Logo 25 Jahre KAN

KANBrief 2/09

Tutte le specifiche del DIN ora riunite in un’unica categoria

Dall’aprile del 2009 il DIN concentra una serie di suoi prodotti in un‘unica categoria generica rispondente al nome di DIN SPEC1. Detti prodotti scaturiscono da procedure che non richiedono imperativamente il pieno consenso di tutti i gruppi interessati e, di conseguenza, la loro messa a punto ha una durata inferiore a quella delle norme. Dal punto di vista del settore della prevenzione sul lavoro questi documenti risultano tuttavia inadeguati laddove vengano toccati aspetti relativi alla tutela della sicurezza e della salute.

Poiché nei settori in rapida evoluzione come quello della tecnologia dell’informazione i cicli di innovazione si fanno sempre più brevi si avverte un crescente bisogno di specifi che di cui poter disporre entro tempi brevi. Una reazione a questa evoluzione è rappresentata dalle DIN SPEC, la cui messa a punto può svolgersi secondo quattro diversi iter.

DIN SPEC (PAS): Publicly Available Specifications

Le DIN SPEC (PAS) vengono messe a punto, con la consulenza del DIN, da comitati temporanei. L‘iniziativa può partire da una persona, da un’organizzazione o da un comitato di normazione.

Per cominciare, occorre stilare un piano operativo (obiettivi, programma di lavoro, costi ecc.) che va reso gratuitamente accessibile sul sito web della casa editrice Beuth Verlag per un periodo di quattro settimane. La partecipazione all’elaborazione delle DIN SPEC (PAS) è aperta a tutti gli interessati che provvedano a registrarsi entro tale termine.

Il comitato elabora il documento senza dover coinvolgere tutti i gruppi interessati e senza dover imperativamente ottenere il consenso delle parti. A decidere quando la bozza sia pronta è, in caso di dubbio, il presidente. Di seguito, a titolo opzionale, la bozza può essere resa accessibile in Internet per quattro settimane affi nché sia possibile visionarla gratuitamente e formulare un commento. Il documento viene infi ne approvato a maggioranza dal comitato. A essere citati fra gli autori sono solo quei membri del comitato che hanno approvato il documento. La pubblicazione delle DIN SPEC (PAS) deve essere approvata dal direttore del DIN. I diritti di sfruttamento dell’opera spettano al DIN.

DIN SPEC (CWA): CEN Workshop Agreements

I CWA rappresentano il pendant europeo delle DIN SPEC (PAS). Gli accordi vengono elaborati in seno a workshop CEN/CENELEC e possono essere recepiti a livello nazionale in forma di DIN SPEC (CWA).

In Germania le richieste di elaborazione di un CWA vengono accolte dal DIN, il quale le trasmette al CEN. In caso di approvazione del progetto il CEN pubblica il piano operativo sul suo sito web per almeno 60 giorni ed è possibile esprimere un commento.

Una volta completata la bozza del CWA i partecipanti al workshop decidono se debba o meno seguire una fase d’inchiesta pubblica. Al termine della procedura il documento fi nito è sottoposto al voto dei partecipanti al workshop. Il CEN pone il CWA a disposizione dei suoi membri.

DIN SPEC (prenorme)

Come le norme le DIN SPEC (prenorme) vengono elaborate, in conformità con i principi sanciti dalla DIN 820, da un comitato di normazione. Esse hanno sovente la funzione di documentare le prime conclusioni e raccogliere le esperienze maturate, le quali in un secondo momento potranno essere integrate e fatte confl uire in una norma.

Al contrario di quanto avviene con una norma, tuttavia, nel caso di una DIN SPEC (prenorma) la pubblicazione della bozza può venir meno. La DIN SPEC non deve inoltre necessariamente trovare il suo fondamento nel consenso di tutti i gruppi interessati.

DIN SPEC (relazioni tecniche)

Una DIN SPEC (relazione tecnica) consiste in un rapporto inteso a raccogliere dati e nozioni non destinati alla pubblicazione in forma di norma o di prenorma e può essere presa a riferimento come base per l’elaborazione di norme.

Una DIN SPEC (relazione tecnica) può essere messa a punto da un comitato di lavoro del DIN o risultare dal recepimento di Technical Reports (TR) elaborati a livello europeo o internazionale. La sua pubblicazione deve essere approvata dalla direzione del DIN.

Esame dopo 3 anni

Le DIN SPEC (PAS, CWA, prenorme) vengono sottoposte a esame al più tardi dopo tre anni. Viene a quel punto stabilito se il documento debba essere revisionato, ritirato, mantenuto o fatto confl uire in una norma.

CWA e PAS: esclusione di aspetti legati alla sicurezza

Data la celerità con cui vengono elaborate, le DIN SPEC possono senz’altro essere utili all’incentivazione del progresso tecnologico. Dal punto di vista della KAN, tuttavia, ai fi ni della trattazione di aspetti legati alla tutela della sicurezza e della salute CWA e PAS risultano inadeguati poiché non comportano l’obbligo di applicare principi fondamentali della normazione come quelli della partecipazione di tutti i gruppi interessati, dello svolgimento di un’inchiesta pubblica e del raggiungimento di un consenso entro tutti i gruppi. La KAN si sta adoperando affi nché, tramite l’applicazione delle corrispondenti regole procedurali, vengano escluse da CWA e PAS le disposizioni relative ad aspetti legati alla tutela della sicurezza e della salute.

Katharina Brüne
info@kan.de